Bava di Lumaca, Bava di Lumaca e ancora Bava di Lumaca!

X Factor Italia giudichiamo i giudici! Pagelle e giudizi…
10 novembre 2016
TISANA PERFETTA? i consigli per preparare la vostra tisana
25 novembre 2016
Show all

Bava di Lumaca, Bava di Lumaca e ancora Bava di Lumaca!

Bava di Lumaca o Helix Aspersa

L’ Helix Aspersa (Muller) Extract, fluido purificato ed essiccato della Lumaca, è un metodo moderno e certamente più igienico di sfruttare la secrezione di questo Gasteropode. Infatti, fin dall’antichità era già utilizzato in Magna Grecia, soprattutto ingerendo la parte “carnosa” per curare tanti disturbi gastrici. L’industria cosmetica recente ha il merito di aver intensificato gli studi sul mucopolisaccaride di questo animale e di averlo trasformato, da “rimedio della nonna”, ad ingrediente multi-funzionale per i prodotti anti age, schiarenti, idratanti e purificanti. Sono utilizzate diverse procedure d’estrazione ma, la più innovativa, che riesca ad ottenere un prodotto di alta qualità chimica e organolettica, nel totale benessere dell’animale è l’estrazione con l’azoto.

A questo punto, potremmo parlare delle numerose sostanze nutritive che compongono il mucopolisaccaride della lumaca Muller (la specie utilizzata nei nostri prodotti). Allantoina, per rigenerare; Acido glicolico, esfoliante; Collagene ed Elastina, tonificanti e rigenerante; Vitamine; Proteine e bla,bla,bla…

Invece noi faremo di più: vi diremo come provare proprio su voi stessi le caratteristiche benefiche della Bava di Lumaca, che tanta importanza ha assunto negli ultimi decenni!

Tra l’altro, abbiamo personalmente ricevuto ulteriori testimonianze dell’uso antico della lumaca, anche dalla Sardegna (e non solo). Diverse donne ci hanno raccontato come già da bambine vedessero le loro mamme o nonne, tenere sul viso una manciata di lumache (vive) per qualche minuto, prima di coricarsi. Invece, riguardo alle proprietà, in un paio di allevamenti di Cuneo, dove viene praticata l’elicicoltura (allevamento di lumache), gli addetti hanno confermato di avere mani molto più morbide nei periodi di raccolta e di aver notato come, sulle stesse, tagli o ferite di lieve entità si rimarginassero velocemente durante la lavorazione delle stesse.

Quindi, mettiamo alla  prova questo tipo di capacità rigenerative e purificanti sul tessuto epidermico. Secondo noi, il tipo di prodotto che esalta velocemente le proprietà della bava di lumaca, è sicuramente la maschera.

Come si applica la maschera?

  1. Prendete un asciugamano “ospite” e bagnatelo con acqua molto calda, strizzatelo bene e lasciato raffreddare per un paio di minuti. Nel frattempo, effettuate l’adeguata detersione di viso e décolléte, e tamponatevi con l’asciugamano ancora caldo.
  2. Aprite la maschera e stendetela sulle zone deterse, meglio con una spatola di legno da “ceretta”, oppure con un coltello d’acciaio a punta arrotondata (quelli “da servizio” che non tagliano mai!!!!). Se non avete nulla, usate le mani. L’importante è distribuire il prodotto, uniformemente, creando uno spessore di circa 2/3 mm. Lasciate agire la maschera per 10/15 minuti.
  3. Durante l’asciugatura della mascherasentirete la pelle “tirare” e, nel caso di pelli impure con punti neri o acne, anche un leggero pizzicore di breve durata e intensità.
  4. Passato il tempo stabilito, sciacquarsi con abbondante acqua tiepida e togliere eventuali residui con un batuffolo di cotone.
  5. Tamponare viso e décolleté con un asciugamano asciutto.

Ora, osservate il vostra viso più luminoso, accarezzatevi la pelle liscia e, quando riuscite a smettere di farlo, scriveteci se è corretto affermare: Bava di Lumaca, Bava di Lumaca e ancora Bava di Lumaca!!!

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *